Aleph è il simbolo che connette le lingue e le culture: è la prima lettera degli alfabeti fenicio ed ebraico, corrisponde al greco alpha, all’arabo alif e al latino A. Esso rappresenta l’uno, il principio, il vuoto fisicamente impossibile, lo scontro tra materia e antimateria. Per Borges è il segno che la conoscenza è ardua se non supportata dall’intuizione, è il paradosso, la possibilità di vedere ogni cosa nell’universo da ogni possibile angolazione.

 

 

È dal contrasto tra unità e vuoto che nasce Uztzu: esso rappresenta il viaggio interiore che il designer Mathias Aleph ha seguito per completare il suo progetto. L’acronimo: U sta per unità che, in uno scenario in cui non esiste il superfluo, va a sfidare ed è completato dalla Z di zero, vuoto, silenzio. Da questa sintesi ognuno di noi si ritrova in una condizione in cui è necessario focalizzarsi per approfondire i valori che si vogliono perseguire: l’utopia, intesa come modello ideale, diventa un luogo in cui dirigersi, un punto di riferimento che dissolve l’incertezza e ci guida nelle nostre scelte.

UZTZU nel mondo con le uniche Maglie a 4Maniche.

Ci si vede in giro;)

Mathias Aleph.